Musica e studio: le note giuste per la nostra concentrazione

Ascoltare musica durante lo studio per molti è una follia, invece…

Studiare in modo efficace è il risultato di numerosi fattori. Per ottenere la giusta concentrazione infatti, è molto importante trovarsi in un ambiente adatto alle nostre esigenze. Ognuno di noi ha le proprie preferenze quando si tratta di studiare: c’è chi preferisce farlo da solo, nel silenzio più assoluto, oppure chi studia in luoghi aperti, anche con altra persone.

L’importante è appunto cercare di ricreare l’atmosfera giusta per prepararsi al meglio. Non tutti sanno però, che anche la musica può giocare un ruolo importante durante lo studio. Per quanto possa sembrare strano infatti, alcune tipologie di musica possono influire in maniera molto positiva sulla nostra concentrazione. Ovviamente il discorso cambia radicalmente in base al genere musicale scelto, ma vediamo di fare un po’ di chiarezza.

Musica classica & matematica

La musica classica è ovviamente il genere che più di tutti può rappresentare un valido supporto durante una sessione di studio intenso. In particolare, è stato registrato che, gli studenti che studiano ascoltando musica classica (60-70 battiti al minuto), ottengono in media un punteggio più alto del 12% nelle prove di matematica. La melodia e il tono della musica classica, aiutano gli studenti a concentrarsi di più e a memorizzare più informazioni.

Suoni della natura e canzoni preferite

Una scelta molto più alternativa, ma per alcuni molto utile, è quella dei suoni della natura. I suoni della natura infatti, influiscono positivamente sulle nostre funzioni cognitive e sulla capacità di concentrazione.

Anche le nostre canzoni preferite però possono venire in nostro aiuto. E’ risaputo che, ascoltare musica che ci piace, ha un effetto positivo su di noi. Effetto positivo che si riflette anche durante lo studio. Questo succede perché quando si è stressati, si tende a prendere decisioni più in fretta e si dispone di una minore attenzione. Al contrario, uno stato d’animo positivo rende capaci di valutare più opzioni.

I brani di Spotify

Spotify, il principale servizio di musica in streaming, già da alcuni anni ha identificato i brani ideali per migliorare il rendimento scolastico degli studenti, dall’inizio alla fine delle lezioni.
Considerando che il 26% degli alunni possiede uno smartphone, la musica rappresenta ormai per molti ragazzi un must-have della giornata scolastica al pari di pastelli, zaini e lavagne.

Spotify ha collaborato quindi con la psicologa Emma Kenny, esperta in salute & benessere dell’infanzia e dell’adolescenza con 18 anni d’esperienza nel settore, per stabilire quali tra i 100 brani più ascoltati su Spotify uno studente dovrebbe ascoltare durante la sua giornata. La playlist perfetta per un giorno di studio, organizzata per i diversi momenti della giornata e basata sul giusto tempo, sul testo e l’impatto emotivo delle canzoni, aiuterà gli studenti a dare il massimo.

Come abbiamo visto la scelta è piuttosto ampia, ma soprattutto molto soggettiva. Un genere musicale influisce in maniera differente su ognuno di noi. L’importante è trovare quello giusto e scoprire che può rappresentare un valido supporto durante i periodi di studio intenso e di forte stress.

Annunci

Lascia una recensione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...