Tesi di laurea: quando l’errore è sempre dietro l’angolo

Scrivere la tesi di laurea è un lavoro soggetto a numerosi errori.

Durante questo periodo, siamo sottoposti ad un notevole stress fisico e mentale e il rischio di incappare in qualche ostacolo è molto alto. Anche l’atteggiamento con il quale approcciamo al lavoro di tesi, influisce molto sul risultato finale. Nelle scorse settimane ci siamo concentrati molto su cosa fare per prepararci al meglio. Scopriamo invece oggi le cose da non fare per arrivare in fondo al traguardo senza rischi.

Manteniamo le buone abitudini

Molto spesso, il periodo della tesi coincide con la fine degli esami. Non c’è più bisogno di alzarsi presto la mattina per seguire i corsi e possiamo organizzare la giornata a nostro piacimento. Questa grande libertà però, può nascondere molte insidie. Organizzare il proprio tempo è il modo migliore per mantenersi in allenamento e non perdere il ritmo dello studio. Meglio quindi non svegliarsi mai troppo tardi e di conseguenza, non eccedere con le ore piccole la notte. Allo stesso tempo, procrastinare la stesura della tesi, rappresenta uno dei problemi più diffusi tra gli studenti.

Già in passato poi, ci siamo concentrati sull’importanza della scelta del relatore. Molti studenti tendono a scegliere il relatore per convenienza, sperando che quest’ultimo gli renda la vita facile durante la tesi. Anche questo però è un errore che possiamo pagare a caro prezzo più avanti. Bisogna infatti scegliere il docente seguendo criteri logici, anche se la fase di stesura dovesse poi rivelarsi più faticosa. I risultati arriveranno alla fine.

Mai eccedere con la tecnologia

Al giorno d’oggi, internet rappresenta un aiuto indispensabile per un qualunque lavoro di ricerca, quindi ovviamente anche per la tesi. Nonostante questo però, è sempre bene non affidarsi ciecamente alla tecnologia. Fake news, fonti non confermate, sono solo alcuni dei problemi nei quali possiamo imbatterci quando effettuiamo una ricerca in rete, quindi occhi aperti. Il consiglio è sempre quello di non sottovalutare le nostre splendide biblioteche, per reperire informazioni precise e sicure.

Durante la discussione

L’errore è sempre dietro l’angolo e il momento della discussione di tesi è di certo quello in cui siamo più vulnerabili. Prepararsi a dovere al fatidico momento, sicuramente abbasserà la probabilità di commettere qualche errore durante l’esposizione. Facciamo quindi attenzione al tono di voce che scegliamo di utilizzare e anche alle nostre movenze. Gesticolare troppo è un errore da evitare, rimanendo allo stesso tempo disinvolti e non troppo ingessati.

Prepararsi a dovere poi, non significa imparare a memoria ogni singola parola della nostra tesi. La differenza tra chi ha la padronanza dell’argomento e chi invece ha imparato a memoria, si nota con estrema facilità. Quindi è bene avere presenti i punti chiavi da seguire e poi affidarci alla nostra capacità di espressione. All’inizio potrebbe risultare un po’ difficile, ma alla lunga il risultato è garantito.

Seguendo questi semplici consigli sicuramente saremo in grado di affrontare tutto il percorso della tesi di laurea nel migliore dei modi.

Rispondi