Come scrivere l’email per richiedere la tesi

Sappiamo bene quanto sia importante la scelta del relatore per la nostra tesi di laurea.

Già nelle scorse settimane infatti, abbiamo parlato di quanto questa scelta sia fondamentale ai fini del nostro lavoro. Sappiamo che sarebbe consigliabile scegliere un professore con il quale abbiamo ottenuto un buon voto durante l’esame e che è fondamentale presentarsi dal relatore con le idee ben chiare riguardo l’argomento. Inoltre, può tornare molto utile confrontarsi con i nostri colleghi sul conto del professore. Se ad esempio scopriamo che ha già troppi studenti che stanno scrivendo la tesi con lui, è bene virare verso un’altra soluzione, evitando così di allungare i tempi.

La scelta del linguaggio

Ma esiste una prassi giusta da seguire per contattare il professore desiderato? Una prima fase è rappresentata dalla parte on-line della nostra domanda. Prima di recarsi dal professore durante il suo orario di ricevimento, sarebbe opportuno inviargli una email, nella quale accenniamo al motivo della nostra visita. Questa email può rivelarsi fondamentale per la scelta del professore, visto che la prima impressione (anche se scritta), è sempre importante.

Ma qual è la tipologia di linguaggio adatta da utilizzare per questa email? Ovviamente sarà il caso di utilizzare un linguaggio piuttosto formale, anche se dipende sempre dal tipo di rapporto che abbiamo con il professore in questione. Dicevamo che nella mail, dovremo accennare alla nostra intenzione di scrivere la tesi in quella determinata materia e richiedere un appuntamento. Per questo sarà necessario essere chiari ma, allo stesso tempo, brevi e incisivi. I docenti infatti, leggono centinaia di email al giorno, ed un messaggio troppo lungo potrebbe scoraggiarli in partenza.

Massima attenzione poi ad evitare i refusi e gli errori grammaticali. Anche se un errore può sempre capitare, stiamo scrivendo ad un professore, quindi sarà bene rileggere sempre il testo prima di inviare l’email. Per quanto riguarda l’oggetto della mail, sarebbe opportuno inserire il mittente, il destinatario e l’oggetto vero e proprio. In questo modo il docente potrà capire subito di cosa si tratta. Un’altra piccola, ma importante accortezza, è quella di utilizzare un indirizzo email che sia professionale. Gli indirizzi divertenti o con dei soprannomi, conserviamoli per gli amici. Bastano due minuti per creare un nuovo account, ad esempio con Gmail. A volte invece, la facoltà mette a disposizione degli indirizzi email con il dominio dell’università.

Esempio di email

Ecco un esempio classico di modello che possiamo seguire per scrivere la nostra email:

Egregio Prof______________

Sono prossimo alla laurea e sono interessato a svolgere la mia tesi di laurea nel Suo insegnamento di ___________________. La mia decisione è maturata in seguito all’interesse che ho riscontrato nella materia e al risultato ottenuto in sede d’esame.

Gradirei quindi un incontro nel suo ufficio, dove poter discutere di questa eventualità e dell’argomento della tesi.

Rimango in attesa di un Suo cortese riscontro e porgo cordiali saluti.

Nome e cognome

Ovviamente possiamo tranquillamente effettuare una scelta di parole differente, l’importante è che si tratti di un messaggio serio e preciso.

 

Annunci

Lascia una recensione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...