Come affrontare una crisi universitaria

Il cammino che ci porta verso la laurea è pieno di ostacoli e momenti di difficoltà.

Probabilmente non c’è studente che non abbia affrontato un periodo di crisi nel proprio percorso universitario. Queste crisi possono dipendere da numerosi fattori, ma riuscire a superarle è indispensabile per arrivare alla tanto ambita meta.

Ostacoli “insormontabili”

Non esiste uno schema fisso per cui uno studente si trova in crisi durante il suo percorso di studi. Normalmente accade quando ci si trova davanti ad ostacoli apparentemente insormontabili: un esame andato male più di una volta, una bocciatura, rallentamenti dovuti a fattori esterni. In molti casi lo studente non conosce nemmeno la ragione per la quale si trova in crisi e il tutto avviene in maniera quasi inconsapevole.

In questa situazione, il primo passo è quello di non abbattersi e capire che l’unico modo per reagire alla crisi, è ritrovare la forza di volontà. Solo in questo modo potremo avere l’energia necessaria allo studio. Inoltre, quando siamo stati lontani dai libri per un po’, è bene rimettersi a studiare con una buona organizzazione. L’ideale sarebbe preparare un piano di studio in cui ci si prefissa degli obiettivi giornalieri.

L’ultimo ostacolo

Se invece abbiamo delle difficoltà a studiare all’università quando ormai siamo quasi giunti alla laurea, significa fondamentalmente che siamo sfiniti, in quanto ci sembra di non terminare mai. Un altro motivo potrebbe anche essere la paura di assumersi le responsabilità che derivano dall’affrontare la vita una volta conseguita la laurea. Parliamoci chiaro: per la maggior parte degli studenti con la fine dell’università finiscono le certezze e iniziano le incertezze sul proprio futuro. In entrambi i casi, sfinimento o paura, si possono affrontare le difficoltà a studiare all’università facendo leva sulla propria motivazione.

In ogni caso, l’importante è non abbattersi mai, neanche quando i primi risultati non sono quelli sperati. Per rimettersi in linea infatti, c’è bisogno di un po’ di tempo e tanta pazienza e una bocciatura può sempre capitare.

Chiedere aiuto

L’importante è saper analizzare dando una spiegazione più oggettiva dell’avvenuta bocciatura facendosi un “esame di coscienza” : “quanto ero preparato? Ho studiato tutti i minimi dettagli?” In entrambi i casi, la bocciatura è una meta mancata: solo chi la vive sa realmente quanto è difficile superare tale ostacolo.

Restare soli ad affrontare tale situazione non è facile quindi chiedere aiuto e comprensione non è una sconfitta ma è un superamento di quell’ostacolo. Spesso infatti, si tratta solo di mettere da parte l’orgoglio; chiedere consigli ad un collega che ci è passato prima di noi, può essere di grande aiuto. Allo stesso tempo, anche rivolgersi al professore rappresenta un’ottima scelta.

In conclusione, le motivazioni che possono portare ad un momento di crisi durante l’università, possono essere tantissime. Si tratta di un fattore privato, che varia da persona a persona. Ma, allo stesso tempo, anche i modi per superare questi periodi sono molteplici. Basta analizzare la situazione con lucidità, individuare il problema e trovare la soluzione adatta per ricominciare a correre.

Annunci

Lascia una recensione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...