Guida alla stesura della nostra tesi di laurea

Quello della tesi di laurea è un lavoro che necessita di molto tempo, pazienza e precisione.

Non tutti infatti, sono abituati a passare molto tempo davanti al pc a scrivere. Il modo in cui scriviamo però, si riflette inevitabilmente sulla valutazione del nostro lavoro, quindi è un elemento da non sottovalutare. Ma come fare per scrivere in modo efficace? Vediamo qualche semplice consiglio che può aiutarci durante la stesura delle nostra tesi, ma non solo.

Il foglio bianco

Da sempre ritrovarsi davanti ad un foglio bianco da riempire, rappresenta un ostacolo per molti studenti. In particolar modo, chi ha frequentato una facoltà scientifica, potrebbe avere qualche difficoltà in più con l’approccio alla scrittura. Ma non c’è motivo per scoraggiarsi, basta seguire poche semplici regole che renderanno la nostra scrittura più rapida.

Per prima cosa è bene ricordare che ci sono tre elementi fondamentali che dobbiamo avere ben presenti: la struttura della nostra tesi; il contenuto; la forma corretta per presentare la nostra tesi.

Struttura

Una tesi di laurea con una struttura che si rispetti, deve contenere una serie di punti imprescindibili. Il primo è ovviamente l’introduzione, che getterà le basi del nostro lavoro. Poi c’è il metodo, attraverso il quale è nostro compito spiegare quale metodologia abbiamo usato per la tesi. Si passa poi ai risultati che abbiamo raggiunto, risultati che argomenteremo al meglio, durante la fase della discussione. L’ultima fase è quella delle conclusioni, per fare il punto su tutto il nostro lavoro.

Questa struttura potrà guidarci durante l’intera stesura dell’elaborato.

Contenuti

Ovviamente i contenuti che andremo ad analizzare nella nostra tesi, rappresentano il cuore del nostro lavoro. Tenendo sempre ben presente che, la prima versione della nostra tesi, sarà di certo solo una bozza e potremo essere costretti a modificarla più volte, vediamo come organizzare il contenuto.

Come prima cosa, è bene raccogliere assieme tutto il materiale che abbiamo a disposizione (testi, articoli scientifici, ecc…); la fase successiva consiste nell’individuare un filo logico che leghi le diverse idee. Qui l’obiettivo primario è trovare la giusta posizione per i diversi contenuti. Infine dobbiamo dedicarci ad un lavoro di pulizia di questi contenuti, scartando tutto ciò che non è utile al nostro scopo.

Occhio alla forma

Sembrerà banale, ma non tutti ricordano l’importanza del prestare la giusta attenzione alla grammatica. Eppure, una tesi piena di errori rischia di mandare in aria il lavoro di molti mesi, quindi è bene non sottovalutare questo elemento. Cerchiamo quindi il nostro stile personale, ricordando sempre di rispettare le regole della grammatica.

Infine, una bella rilettura di tutto ciò che abbiamo scritto, aiuterà a correggere gli eventuali errori.

Come dicevamo all’inizio, scrivere una tesi di laurea richiede grande concentrazione e cura per i dettagli. Ma la soddisfazione che proveremo il giorno del conseguimento della laurea, ci ripagherà di tutti gli sforzi affrontati.

Rispondi